Dimissioni

Le dimissioni costituiscono parte integrante del progetto terapeutico e momento di verifica determinante dell'iter comunitario. La dimissione non costituisce solo il termine del percorso, ma deve essere realizzata con i diversi attori del progetto terapeutico ( paziente, famiglia, servizio), al fine di organizzare passaggi evolutivi che tengano conto delle reali condizioni cliniche dell'ospite. Analogamente alla fase di ingresso, è prevista una gradualità che garantisca il consolidamento dei risultati ottenuti ed una sufficiente elaborazione dei processi di separazione, a tutela della continuità terapeutica. A questo fine, prima della dimissione, sono previsti incontri con le famiglie ed il servizio di riferimento per valutare le opportunità concrete e necessarie ad una continuità del percorso di cura anche dopo la comunità.

La Comunità e l'Ente inviante concordano i tempi e le modalità della dimissione dalla Comunità che di norma avviene per le seguenti motivazioni:

  • Per il raggiungimento degli obiettivi contenuti nel progetto terapeutico individualizzato
  • Nel caso in cui l'esperienza dell'ospite in Comunità possa essere fonte di gravi difficoltà per l'ospite stesso o per gli altri ospiti
  • Per il mancato rispetto delle regole e per la non aderenza al progetto terapeutico individualizzato

La nostra struttura si avvale inoltre del progetto degli appartamenti protetti, a bassa protezione, nel quale l'ospite può accedere quando ha maturato una sufficiente funzionalità nel campo dell'autonomia e delle capacità relazionali.